Il male

€ 20.00

pp. 208 formato 16x24

Anno 2012

ISBN 978-88-6032-230-2

Alti Studi di Storia intellettuale e delle Religioni

Edizione a stampa non disponibile per l'acquisto on line

Piero Capelli

Il male

Storia di un'idea nell'ebraismo dalla Bibbia alla Qabbalah

Questo libro racconta l’evoluzione del campo concettuale del male e del peccato attraverso le tradizioni ebraiche dall’antichità al medioevo, incluso il cristianesimo delle origini. A partire dalle narrazioni bibliche più antiche (la caduta di Adamo ed Eva e il crimine di Caino), le idee di male e peccato e le loro ipostasi (il Serpente, gli angeli ribelli, Satana) vengono individuate e seguite nelle diverse tradizioni successive, sia canoniche sia apocrife, sia fondate sulla Bibbia, sia indipendenti da essa (come spesso è il caso nella mistica ebraica tardoantica e ancor più nella qabbalah medievale). Questo plesso di idee venne continuamente rielaborato rispetto ai suoi punti di partenza e fu decisivo per la differenziazione del pensiero ebraico e protocristiano nelle sue diverse correnti. Tali riconfigurazioni sono a volte assolutamente radicali, in risposta agli influssi che provenivano dagli ambienti circostanti (per esempio, le dottrine dualistiche e i vari gnosticismi) e andavano generando sempre nuove esigenze di elaborazione e acculturazione.

01/06/2013
«L'Indice dei Libri del Mese - giugno 2013»

Il male

di Corrado Martone


Il rito inquieto

Marianna Ferrara

Il rito inquieto

Novellus pazzus

Isabella Gagliardi

Novellus pazzus

Le verità del velo

Ferrara, Saggioro, Viscardi

Le verità del velo

Vyavaharasaukhya

Ludo Rocher

Vyavaharasaukhya